Contro il Delta Porto Tolle ricordi agrodolci: vittoria all'andata ma pesa il ko di DiGe - SSD Cartigliano
1378
post-template-default,single,single-post,postid-1378,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Contro il Delta Porto Tolle ricordi agrodolci: vittoria all’andata ma pesa il ko di DiGe

Contro il Delta Porto Tolle ricordi agrodolci: vittoria all’andata ma pesa il ko di DiGe

Trasferta più che mai insidiosa per il Cartigliano che domenica alle 14.30 sfiderà il Delta Porto Tolle. I rodigini sono partiti anche quest’anno come papabili favoriti per la zona playoff ma si ritrovano a +3 dai playout.

Situazione opposta per i ragazzi allenati da Alessandro Ferronato che navigano da inizio stagione nella parte altissima della classifica anche se dietro le inseguitrici sono tutte a portata. Nel match d’andata il Cartigliano vinse in scioltezza 3-0 con i gol di Zanella, Michelotto e Di Gennaro.

Proprio la partita del 22 settembre rievoca tuttavia un brutto ricordo, forse il momento più difficile dell’attuale annata biancazzurra: al 70’ Edoardo Di Gennaro insacca in suo quinto gol in campionato ma nel farlo si infortuna e lascia il campo, scoprendo poco dopo di dover saltare l’intera stagione.

Da allora però il Cartigliano ne ha fatta di strada, anche se lontano da casa il ruolino di marcia non è entusiasmante come quello del Fair Play: 12 partite in trasferta hanno portato in dote solo 3 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. L’ultimo squillo da tre punti fuori casa risale a metà novembre con il 2-0 rifilato al Belluno.