Al Fair Play arriva il Tamai... - SSD Cartigliano
1538
post-template-default,single,single-post,postid-1538,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Al Fair Play arriva il Tamai…

Al Fair Play arriva il Tamai…

San Valentino è in archivio ma per i tifosi del Cartigliano la vera festa degli innamorati inizia oggi alle ore 14.30. L’appuntamento sul campo del Fair Play contro il Tamai può rivelarsi l’ennesimo colpo di fulmine stagionale fra pubblico e giocatori oppure la classica delusione figlia delle troppe aspettative: questioni di punti e classifica. Il campionato di quest’anno è e resta un tripudio di emozioni per biancazzurri che, tuttavia, sembrano essersi presi la classica “pausa di riflessione” dalla vittoria: è ora di tornare a fare coppia fissa con i tre punti e la gara contro i friulani terzultimi sembra fatta apposta per scrivere il classico “lieto fine”.

«L’errore più grande che possiamo commettere è quello di sottovalutare l’impegno – dichiara Leopoldo Torresin, direttore sportivo del Cartgliano – perché il Tamai è una squadra abituata a calcare questi palcoscenici, vorranno certamente fare punti per tenere sotto il Villafranca e il San Luigi e per provare a recuperare terreno sul Montebelluna. Il girone di ritorno è un campionato a sé, nel finale può davvero succedere di tutto: basta vedere la nostra partita di sette giorni fa a Trieste. Fino ad una manciata di minuti dalla fine vincevamo 3-1 e poi sono arrivati i due gol dal dischetto del San Luigi che hanno fissato il punteggio sul 3-3. Avremmo potuto avere qualche punto in più ma non dimentichiamoci quello che siamo riusciti a fare durante questa stagione: per buona parte del girone d’andata il Cartigliano è stato primo in classifica. Adesso dobbiamo ritrovare la spensieratezza di giocarcela con tutti e riassaporare il gusto della vittoria che in questo 2020 è arrivata solo due volte nonostante le ottime prove sfoderate».

All’andata finì 2-2 con doppietta di Michelotto ad illudere i ragazzi di Alessandro Ferronato prima del pareggio di Zupperdoni.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.