Un 2-2 che lascia l'amaro in bocca. Note liete: Di Ge e il gioco - SSD Cartigliano
1658
post-template-default,single,single-post,postid-1658,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Un 2-2 che lascia l’amaro in bocca. Note liete: Di Ge e il gioco

Un 2-2 che lascia l’amaro in bocca. Note liete: Di Ge e il gioco

Un 2-2 che sa tanto ma tanto di beffa quello che il Cartigliano ieri pomeriggio ha portato a casa davanti al pubblico amico contro la Manzanese. Il sogno della domenica perfetta per gli uomini di mister Ferronato viene infranto da 3 minuti di ordinaria follia dove gli ospiti approfittano di uno dei pochi momenti di un Cartigliano distratto per riequilibrare un match che sembrava incanalato in una certa direzione cogliendo 1 punto che sa tanto di vittoria.

Dopo il successo del turno scorso gli uomini di mister Ferronato stavano, come detto, costruendo la giornata perfetta non solo dal punto di vista del risultato ma anche dalle ottime risposte date ancora una volta in campo da un Edoardo Di Gennaro tornato ai suoi livelli top grazie ad una doppietta.

Sarebbe superfluo esaltare le gesta di un singolo dopo aver visto i primi 45 minuti del Cartigliano: fase difensiva perfetta, centrocampo bravo a proteggere e ad impostare con i friulani mai pericolosi tranne nei primi scampoli di partita.
E poi? Mai dire mai nel calcio e così nella ripresa assistiamo a quello che nemmeno dei peggiori pessimisti poteva immaginarsi: e pensare che al 6′ minuto il Cartigliano raddoppia con DiGe salvo poi tra l’11’ e il 14′ subire la doppia rimonta friulana con Fyda e Moras che, per come si era messa la partita, è un punto d’oro.
Nella mezzora finale le due squadre si affrontano a viso aperto; da una parte il Cartigliano prova a riportarsi avanti, dall’altra la Manzanese comincia a credere nel colpaccio approfittando di un possibile contraccolpo psicologico dei padroni di casa.
Alla fine la paura di perderla blocca le due squadre con la gara che termina in parità.

Fonte: Tuttocampo